Archivio

Archivio Settembre 2005

Politically Scorrect

20 Settembre 2005 3 commenti

La cazzula, stanca di seguire la rigida disciplina economica, ha deciso di esplorare nuove strade. Ed e’ approdato alla comunicazione pubblicitaria. Prendiamo per esempio la pubblicita’ del Beygum prolex, in TV questi giorni. Incurante delle folle che lo tacciano di essere didascalico, LaCazzula nota che:

1- La donna col carrello chiede un favore. In linea di princio chiedere un favore e’ un diritto di tutti, quindi perche’ mettere una donna e non un qualsiasi figuro? La scelta e’ politically Scorrect.

2- La pubblicita’ e’ biecamente maschilista: mostrando chiaramente che la signora ha un carrello pieno di cazzate e che si e’ dimenticata di comprare un prodotto (presunto) che serve all’igiene orale lancia un messaggio inequivocabile.

3- A questo punto entra in scena il tizio (chiaramente deficente) che acquista le Beygum per la ragazza. In questo gesto mostra buona disposizione d’animo MA grande imperizia: la ragazza non puo’ essere single e per ben due motivi: (a) ha un carrello stracolmo di cazzate e non il tipico cestello cin due confezioni di Yougurt e una barretta di cioccolato e (b) non ci sono signle donne che dopo aver fatto la coda alla cassa dicono “che ho dimenticato oggi? Ah, certo, un bel maschione”. La pubblicità – facendosi beffe di una persona cerebralmente meno fortunata è ancora una volta politically Scorrect.

Detto questo, LaCazzula si invola verso il più vicino supermercato per verificare – sul campo naturalmente – il comportamento psicosociale dei consumatory di BeyGum

Aggiornamenti.

14 Settembre 2005 Commenti chiusi

Me ne cammino sul marciapiede stamani, con livin’ proof dei Group Home nelle orecchie che scandisce per bene il ritmo dei passi, crogiolandomi nei ritmi primitivi eppure meravigliosi della old school (la roba di 10 anni fa può definirsi old school in un mondo che si rivoluziona ogni 10 mesi. A volte la penso così.) quando mi sovviene che ho lasciato il blog macaco monco in più punti: nulla si è più saputo della mia salute, né della mia vita sociale, né del ragno Alfredo, né di Cawallah la super passeggera di tram, nè di mille altre vaccate lasciate imputridire senza capo né coda in un angolo dei server di Tiscali. Decido di rimediare almeno in parte tamponando a caso dove capiti la memoria.
Ecco, sì, dunque.

1) Il pc di casa, ?il baraccone? per gli amici, ha di recente deciso di tirare le cuoia all?improvviso durante la scrittura di una romantica (mah, forse romantica non è il termine giusto) mail per un?amica torinese che si è poi rifiutata di credere che le cose siano andate proprio così.
Rumore di popcorn che scoppietta e poi più niente: il terzo disco fisso fottuto dal 98 ad oggi. Francamente mi pare troppo. Ho perso tutto, come si suole dire in questi casi. In realtà ho perso soltanto un sacco di foto, di elaborazioni grafiche malate, la corrispondenza degli ultimi 4 anni, e poi scritti e recensioni senza nessun valore reale tra cui un post macaco pronto per la pubblicazione, allegati minchioni a strafottere, una accurata gerarchia di bookmarks classificati con pazienza e fatica secondo criteri di pertinenza ed utilità, un po? di materiale osceno che non guasta mai, qualche giga di MP3 sparsi in modo disomogeneo. Come dite, backup? Mavalà, tutto andato!
Ora mi barcameno col portatile. Io c?ho il portatile, fanculo alla miseria! Certo, casa mia cade a pezzi e non trovo i soldi per cambiare la cassetta dello sciacquone (per dirne una), ma ho sempre il mio bravo portatile, lasciatemi vantare almeno fino a che, tra un paio di giorni, un balordo del cazzo me lo porterà via puntandomi una lama al collo.

2) Tornato dal dottor B dopo 9 giorni di iniezioni di antibiotico, un prelievo di sangue per accertamenti e il tempo necessario alle analisi relative, ma senza la sperata, meritata, benedetta guarigione: solo un lieve miglioramento (e infatti riesco a parlare senza fare la voce da mafioso). Gli butto sulla scrivania l?incartamento dei risultati e mi sento dire che no, NON HO LA MONONUCLEOSI: MATEMATICO! Segue da parte mia una composta esultanza tipo vittoria della coppa dei campioni con gol di ginocchio al 91°. Poi però, quando si tratta di arrivare a una diagnosi precisa e decidere il da farsi il dottor B si fa pensieroso, guarda in giro, nicchia un po? e conclude dicendo di non fare nulla che tanto in un modo o nell?altro guarirò prima o poi e che male che vada le tonsille si fa sempre in tempo a toglierle. Tornando a casa mi accorgo di non far più troppo caso al mal di gola, sorpreso da un crescente, metaforico bruciore al culo. E dopodomani è un mese dalla comparsa dei primi sintomi!

3) Questa sera esco. Vedo il gruppo S ed è la prima volta che metto il naso fuori casa di sera da quando sono tornato in città se non contiamo due uscite per l?hobby del lunedì. I macachi non li vedo da luglio. Ho avuto sporadici contatti telefonici con Dav? (attualmente in vacanza) e poi con LaCazzula che si preoccupavano della mia salute.

4) Ah, vi saluta il ragno Alfredo.

Categorie:Argomenti vari Tag: