Archivio

Archivio Dicembre 2003

MILANO. L?arrivo dell?inverno.

22 Dicembre 2003 Commenti chiusi


Dopo un paio di settimane di frenesia mi rimetto a scrivere. Finalmente ci siamo: arriva l?inverno.
Alla fermata dell?autobus non aspetto solo di vedere se il servizio è regolarmente irregolare o se i lavoratori ATM sono in sciopero. Aspetto anche la tremenda ?bolla polare? preannunciata dal coro dei media. Invece c?è il solito freddo e le solite facce stufe.
Tutto normale, pure l?autobus in ritardo.
Sulle spalle i residui delle stanchezze dei giorni scorsi. Il concerto, le uscite della scorsa settimana con relative ore piccole. Ho ancora in testa il turbine di volti dai più diversi ambiti.
Sabato sono uscito con gli altri macachi: siamo stati in un locale dipinto di rosso. C?era perfino Malaka. Evento raro ultimamente.
Non so perché, ma l?umore è meglio del solito. Quando il vagone della metro mi scodella nello stesso punto della stessa banchina della stessa fermata di ogni santa mattina, il primo gradino della rampa di scale che mi porta in superficie non mi trasmette nemmeno la solita fastidiosa sensazione di mettere il piede dentro una scarpa bagnata.
Vengo alla luce e mi dirigo verso la fermata del non-tram: la linea sostitutiva.
Il lettore cd mi grida nelle orecchie le parole di un disco che mi piace al primo ascolto.
Arrivo al posto e spero che più tardi esca il sole.

MILANO. Neve.

10 Dicembre 2003 Commenti chiusi


Alle 6,30 del mattino guardo fuori dalla finestra e vedo che nevica fitto.
Se non sentissi una ricaduta del mio malanno incombere, partendo dal mal di gola, forse la cosa mi farebbe anche piacere. E invece sbuffo, mi lavo, mi vesto per bene, faccio la solita, enorme colazione e mi incammino verso la fermata dell?autobus, imbacuccato con sciarpa, guanti e cappello di lana.
Allo stordimento del virus si aggiunge quello dovuto al debito di sonno: la notte scorsa sono stato su più del previsto a scrivere una mail al Gruppo S.
La mailing list del Gruppo ultimamente si è come rianimata. La gente scrive parecchio, di problemi vecchi e nuovi. Fino a che dura parteciperò attivamente ai dibattiti.
Guardando nel portafogli mi torna in mente la cifra spesa per comprare il biglietto del concerto di domani. Mi dà fastidio perché non me lo potrei permettere, ma dopotutto il concerto di ieri l?ho saltato, quello del 18 lo salterò?almeno a questo devo esserci.
Quando torno in superficie, dopo aver dribblato qualche controllore, noto che non nevica e che non c?è neanche traccia del leggero strato bianco visto un?ora prima vicino a casa.
L?autobus di collegamento non passa. Io sono troppo in ritardo e decido di fare la strada che manca a piedi.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

MILANO. Primi freddi

9 Dicembre 2003 1 commento


Devo imparare a scrivere più in fretta. O a scrivere di meno, dipende. Infatti negli ultimi tempi mi capita spesso di cominciare un post per poi doverlo abbandonare a metà. Invece ci vuole metodo anche in queste cose.
Stamattina fa un freddo cane. Alla fermata dell?autobus è tutto ghiacciato mentre l?ultima luna piena dell?anno saluta tra i rami. Sull?autobus osservo la sorella piccola di M.C. che va al liceo. Mi pare si chiami T. Faccio finta di non vederla per essere gentile. Deve avere freddo con quei calzini che a malapena si intravedono sotto alle puma.
Ho freddo anch?io che pure sono ben imbottito. Spuntano solo gli occhi e il naso dalla mia bardatura.
Ripenso ai tre giorni di festa appena andati. Che rabbia: li ho passati chiuso in casa, vittima di questa malattia a metà tra un?influenza e un raffreddore. Tre giorni giusti: da venerdì sera a lunedì sera inclusa. Mentre gli altri macachi se ne andavano in giro a fare gli sbruffoni: chi fuori città con la propria lei, chi in disco a fare lo spiritoso con più femmine possibile. E io a casa con l?Antoral gola!
Prendo i giornali gratuiti e la metro poi aspetto il sostitutivo del tram per un quarto d?ora. Quando tutti hanno perso le speranze e qualcuno se ne va a piedi, ne arrivano cinque in fila. Arrivo al posto in ritardo, come sempre.
Almeno non piove.

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,